Lacy Leadership

Success is Near

nslookup ha spiegato

Un numero enorme di persone usa Internet, ma pochissimi capiscono come funziona Internet sotto il cofano. Considerando che ci sono circa 1,74 miliardi di siti web registrati online, abbiamo bisogno di un sistema efficiente per l’ordinamento e la memorizzazione dei dettagli di connessione per ciascuno. Mentre tecnicamente ci colleghiamo a siti Web e server tramite […]

Un numero enorme di persone usa Internet, ma pochissimi capiscono come funziona Internet sotto il cofano. Considerando che ci sono circa 1,74 miliardi di siti web registrati online, abbiamo bisogno di un sistema efficiente per l’ordinamento e la memorizzazione dei dettagli di connessione per ciascuno. Mentre tecnicamente ci colleghiamo a siti Web e server tramite un indirizzo IP, ricordare queste stringhe di numeri può essere difficile, anche per il personale IT. Invece, usiamo qualcosa chiamato record DNS.

Un record DNS è memorizzato su un server DNS (Domain Name System) e ogni connessione Internet utilizza questi server per convertire i nomi host in indirizzi IP. Ciò significa che quando si digita www.fasthosts.co.uk, un servizio di DNS interrogherà il suo database di sito web, e La servirà un indirizzo IP per quel sito web. Quindi, è possibile connettersi tramite protocollo Internet (IP) al server host.

Introduzione di nslookup

Quando si hanno problemi con il servizio di ricerca DNS, un modo per diagnosticare questi problemi è tramite lo strumento nslookup nel prompt dei comandi.

nslookup è un’abbreviazione di name server lookup e consente di interrogare il servizio DNS. Lo strumento viene in genere utilizzato per ottenere un nome di dominio tramite l’interfaccia a riga di comando (CLI), ricevere i dettagli di mappatura degli indirizzi IP e cercare i record DNS. Queste informazioni vengono recuperate dalla cache DNS del server DNS scelto.

Ci sono due funzioni primarie incluse in nslookup. Il primo è la ricerca DNS, in cui si immette un URL di dominio e si recupera l’indirizzo IP del server corrispondente. È inoltre possibile invertire questo processo e immettere un indirizzo IP per recuperare l’URL del dominio corrispondente.

modalità nslookup

Esistono due modalità operative per nslookup, chiamate non interattive e interattive.

Con non interattivo, lo strumento nslookup ispeziona le voci di indirizzo nella cache dei server DNS. Queste voci sono note come record di risorse. In questa modalità è possibile recuperare solo il server DNS corrente in uso, quindi l’URL del dominio e gli indirizzi IPv4/IPv6. Questa è la modalità predefinita quando si esegue una semplice ricerca senza parametri aggiuntivi.

Poi abbiamo interattivo. Questa modalità viene utilizzata per interrogare i nameserver per informazioni su host e domini o stampare un elenco completo di host per quel dominio specifico. Una sessione interattiva è persistente nella finestra del prompt dei comandi, il che significa che è possibile digitare i comandi per nslookup senza dover specificare che si desidera utilizzare nslookup all’inizio di ogni comando.

Test della modalità non interattiva

Si prega di notare che questa guida è stata scritta utilizzando Windows 10 v2004. Linux e macOS supportano anche nslookup, ma ci stiamo concentrando su Windows in questa guida.

Proviamo il nostro primo comando nslookup. Questo sarà in modalità non interattiva.
Per aprire il prompt dei comandi, premere il tasto Windows + R per aprire esegui. Digitare cmd e premere Invio sulla tastiera. Verrà visualizzata una finestra del prompt dei comandi.

Ora possiamo testare nslookup. Inizia digitando nslookup www.google.co.uk. Questo chiederà a nslookup di interrogare i server del Regno Unito di Google in modalità non interattiva.

Dovresti vedere un risultato simile nella finestra del prompt dei comandi:

C:\Users\Fasthosts > nslookup www.google.co.uk
Server: uno.una.una.un
Indirizzo: 2606:4700:4700::1111
Risposta non autorevole:
Nome: www.google.co.uk
Indirizzi: 2a00:1450:4009:806::2003
216.58.204.3

Analizziamo questo risultato.

Il server DNS utilizzato era 1.1.1.1, che è ospitato da Cloudflare. Possiamo vedere che l’indirizzo IPv6 per quel server DNS è 2606:4700:4700::1111.

Come accennato in precedenza, i comandi nslookup di base estraggono i dati dalla cache del server DNS. La risposta non autorevole del messaggio lo dimostra, poiché i dati non sono stati presi direttamente dal server che ospita effettivamente i dati.

Successivamente, abbiamo l’URL del sito Web che abbiamo digitato in precedenza.

Puoi vedere che l’indirizzo IPv4 del server di Google era 216.58.204.3 e l’indirizzo IPv6 era 2a00:1450:4009:806::2003.

Queste sono tutte le informazioni che puoi ottenere con il comando nslookup più basilare.

Utilizzo di un server DNS diverso in modalità non interattiva

Per utilizzare un server DNS diverso, digitare quanto segue:

nslookup www.google.co.uk 8.8.8.8

La sintassi è nslookup<URL del server dei nomi ><Indirizzo IP del server DNS>
In questo caso, abbiamo utilizzato il server DNS di Google 8.8.8.8 e abbiamo ottenuto il seguente risultato:

Server: dns.google
Indirizzo: 8.8.8.8
Risposta non autorevole:
Nome: www.google.co.uk
Indirizzi: 2a00:1450:4009: 80f::2003
216.58.213.99

Ci si potrebbe chiedere, perché l’indirizzo IP è diverso? Questo è semplicemente perché i server DNS hanno diversi record salvati. Noterai che entrambi gli indirizzi IP funzionano se li copi nel tuo browser, quindi in questo caso non è un problema.

In alcuni casi, questo può essere un problema, tuttavia. Se cambi l’indirizzo IP statico del tuo sito web, presumendo di avere un singolo server di hosting, un record DNS errato può rendere inaccessibile il tuo sito web. In questo caso, è necessario svuotare la cache DNS per quel nome di dominio specifico per forzare un aggiornamento sul server DNS. Google offre un servizio di flushing DNS isolato in un singolo nome di dominio. Fasthosts offre anche flushing DNS all’interno del Pannello di controllo, come dettagliato qui.

Modalità interattiva per nslookup

La modalità interattiva consente di creare una sessione nslookup persistente con funzionalità più avanzate. Per fare ciò, digita semplicemente nslookup nella finestra del prompt dei comandi.

Ora puoi digitare i comandi senza dover prima digitare nslookup.

Comandi comuni in modalità interattiva

Trova i nameserver di mail exchange

Proviamo a impostare il tipo di nameserver che richiederemo a un server MX (mail exchange).

Digitare quanto segue nella finestra del prompt dei comandi:
Set type = MX

Non verrà visualizzata una risposta, ma questo ha impostato nslookup per interrogare i server MX.

Ora tipo:
gmail.com

Si dovrebbe vedere simile al seguente visualizzato:

Non autorevole risposta:
gmail.com MX preferenza = 10, mail exchanger = alt1.gmail-smtp-in.l.google.com
gmail.com MX preferenza = 40, e-mail exchanger = alt4.gmail-smtp-in.l.google.com

gmail.com MX preferenza = 30, mail exchanger = alt3.gmail-smtp-in.l.google.com

gmail.com MX preferenza = 20, scambiatore di posta = alt2.gmail-smtp-in.l.google.com

gmail.com MX preferenza = 5, scambiatore di posta = gmail-smtp-in.l.google.com

Qui puoi vedere gli indirizzi del server per ogni server exchange di posta utilizzato da gmail.com. L’attributo MX preference ci mostra il server preferito, che in questo caso è alt4.

Ottieni una risposta autorevole

Ora cambia il tuo tipo di server in soa digitando:

imposta tipo=soa.

Ciò costringerà il server DNS a restituire una risposta dal server DNS autorevole.

Ora trovare il server nome primario digitando:
google.co.uk
tagliato risultato è:
server nome primario = ns1.google.com
Ora tipo:
google.co.regno unito ns1.google.com
risultato:
Server: ns1.google.com
Indirizzi: 2001:4860:4802:32::un
216.239.32.10
google.co.uk
server nome primario = ns1.google.com
posta responsabile addr = dns-admin.Google.com
serial = 322751975
refresh = 900 (15 min)
retry = 900 (15 min)
expire = 1800 (30 min)
default TTL = 60 (1 min)

Ora hai i record più recenti e aggiornati per google.co.uk. Puoi fare affidamento su questo a causa della natura autorevole della risposta, dove non autorevole potrebbe essere obsoleto o errato.

Unisciti al dominio Fasthosts

L’hosting Web può essere complicato, ma Fasthosts mantiene le cose semplici. Offriamo server dedicati che utilizzano automaticamente i nostri nameserver interni per ridurre al minimo la latenza durante le ricerche DNS.

Inserisci il dominio Fasthosts contattando il nostro team di vendita amichevole su 0808 1686 777, o e-mail a [email protected]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.