Lacy Leadership

Success is Near

Insights

Auto, camion e macchine movimento terra sono una parte essenziale di molte aziende, in particolare le imprese di costruzione e di servizi. I proprietari delle aziende spesso scelgono di spendere parte o tutto il costo iniziale dei loro veicoli e attrezzature attraverso la Sezione 179 o l’ammortamento del bonus, che fornisce alcune vantaggiose opportunità di […]

Auto, camion e macchine movimento terra sono una parte essenziale di molte aziende, in particolare le imprese di costruzione e di servizi. I proprietari delle aziende spesso scelgono di spendere parte o tutto il costo iniziale dei loro veicoli e attrezzature attraverso la Sezione 179 o l’ammortamento del bonus, che fornisce alcune vantaggiose opportunità di pianificazione fiscale per l’anno di acquisto. Ma cosa succede quando il veicolo o l’attrezzatura non è più necessaria, quando sarà scambiato o consegnato a un proprietario per uso personale?

Vendere

Quando si vende un veicolo o un’attrezzatura, l’azienda si ritroverà con un guadagno o una perdita ai fini fiscali a seconda del valore residuo non ammortizzato rispetto ai proventi della vendita. La maggior parte pensa che quando vende un bene, riconosceranno una plusvalenza o una perdita. Tuttavia, questo spesso non è il caso quando si vende proprietà commerciali.

In generale, il “carattere” del guadagno dipende dall’ammontare dell’ammortamento assunto sull’attività aziendale. Se il guadagno calcolato fosse inferiore al deprezzamento complessivo accumulato al momento della vendita, il guadagno sarebbe tassato ai tassi di reddito ordinari, fino al tasso prevalente più alto nell’anno di vendita—per 2021, 37 per cento. Se il guadagno dovesse superare il deprezzamento preso, è capitale e tassato come una plusvalenza a breve o lungo termine a seconda del periodo di detenzione (più di un anno è considerato a lungo termine). Se si verifica una perdita, tale perdita può essere riconosciuta come una detrazione aziendale ordinaria.

Permuta

La maggior parte delle aziende scambia un veicolo o un pezzo di equipaggiamento in cambio di un modello più nuovo e migliore. Prima di 2017, i proprietari hanno goduto del differimento del guadagno su un trade-in secondo le regole di scambio “like-kind”. La base del proprietario nel nuovo veicolo è stata ridotta dal guadagno sul vecchio veicolo, ritardando così la tassabilità di quel veicolo fino alla sua definitiva vendita. Ma il Tax Cuts and Jobs Act (TCJA) di 2017 ha rimosso le regole di scambio di tipo simile per la proprietà personale. Le aziende ora riconoscono un guadagno o una perdita sul vecchio veicolo confrontando il valore di permuta offerto da una concessionaria al valore non ammortizzato di quel veicolo. Una volta determinato il guadagno o la perdita, le regole per una vendita si applicano per determinare il suo carattere.

Distribuzione al proprietario

Ci sono considerazioni fiscali per un proprietario che prende possesso di un veicolo aziendale o di un pezzo di equipaggiamento o lo consegna a un membro della famiglia. Il trattamento fiscale di tale distribuzione dipenderà in primo luogo dalla struttura fiscale della società; una società S o C è trattata in modo diverso rispetto alle imprese individuali e alle società di persone:

  • Per le società, la distribuzione del bene si traduce in una vendita presunta per il valore equo di mercato e quindi, eventualmente, un guadagno imponibile. Il valore equo di mercato deve essere calcolato in modo ragionevole per contribuire a determinare eventuali guadagni o perdite. Quindi le regole di vendita del bene entrano in gioco con un’eccezione significativa: Se la vendita considerata si traduce in una perdita, la perdita non è consentita ai fini fiscali se il destinatario possiede più del 50 per cento del business, direttamente o indirettamente. Mentre il proprietario è tenuto a pagare le tasse su qualsiasi guadagno, lui o lei non è in grado di dedurre la perdita. Se c’è un guadagno sulla distribuzione, allora la tassazione è la stessa di una vendita, l’unica differenza è l’uso del valore equo stimato di mercato come i proventi della vendita.
  • Per le imprese individuali, la distribuzione può o non può richiedere il recupero di alcuni ammortamenti quando un bene per uso aziendale viene convertito in un bene personale. Se è richiesta la ricattura, la distribuzione è tassata al tasso prevalente più alto nell’anno di distribuzione.
  • Per le partnership, la distribuzione potrebbe richiedere il recupero di alcuni ammortamenti, ma ci sarebbero ulteriori domande a cui rispondere: la proprietà ha contribuito? In caso affermativo, con quale partner? Quanto tempo è stata la proprietà detenuta dalla partnership? La distribuzione è allo stesso partner che ha contribuito alla proprietà? Il bene è stato acquistato dalla partnership? È la distribuzione della proprietà contribuito a un altro partner? Con la tassazione delle partnership, a differenza delle società, le domande aumentano di numero e la transazione aumenta di complessità.

Pianificazione

È sempre intelligente contattare il proprio consulente di fiducia quando si vendono, commerciano o distribuiscono veicoli o attrezzature di proprietà dell’azienda a un proprietario. Chiedi cosa è meglio per il business, quando dovrebbe verificarsi la transazione, se una vendita o trade-in dovrebbe anche essere contemplato, e come la distribuzione del bene influenzerà il proprietario. Se aspetti fino a dopo la transazione, potresti non avere opzioni per ridurre o differire le tasse.

Contatta il tuo consulente fiscale HBK se desideri maggiori informazioni su 772-287-4480.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.