Lacy Leadership

Success is Near

In che modo il settore delle costruzioni combatte i suoi rifiuti?

Come gli effetti sul mondo diventano troppo grandi per negare, stiamo vedendo sempre più attenzione rivolta verso il livello di rifiuti prodotti a livello globale Una comprensione diffusa che questo non è sostenibile ha portato a vari settori alla ricerca di modi per affrontare i propri problemi di rifiuti. Il più grande consumatore di risorse […]

Come gli effetti sul mondo diventano troppo grandi per negare, stiamo vedendo sempre più attenzione rivolta verso il livello di rifiuti prodotti a livello globale

Una comprensione diffusa che questo non è sostenibile ha portato a vari settori alla ricerca di modi per affrontare i propri problemi di rifiuti.

Il più grande consumatore di risorse naturali del Regno Unito è l’industria delle costruzioni, secondo Wrap. Secondo il loro studio, il settore utilizza 400 milioni di tonnellate di materiale ogni anno, il che si traduce in 100 milioni di tonnellate di rifiuti prodotti.

Per mettere questo in un contesto, questo livello di rifiuti nelle costruzioni contribuisce oltre un terzo della quantità totale di rifiuti annuali del Regno Unito.

Come si verifica questa sconcertante quantità di rifiuti e cosa può fare l’industria delle costruzioni per abbassare il livello? In questo articolo, esploriamo le cause di questi rifiuti, così come i modi per affrontarli.

Il problema dei rifiuti in edilizia

Sulla questione dei rifiuti in costruzione, Risorsa Allan Sandilands suggerisce che la mancanza di copertura mediatica è un fattore che contribuisce per la limitata risposta pubblica al settore del problema dei rifiuti. Laddove l’inquinamento da plastica è stato pesantemente documentato per quanto riguarda i suoi effetti sulla fauna selvatica, Sandilands osserva che tale copertura non si è verificata per l’industria delle costruzioni, che si riferisce al “settore silenzioso”.

Con misure di conformità mal applicate, clausole di appalto incoerenti e un tema prevalente di passare la responsabilità dai clienti all’appaltatore, Sandilands conclude che il settore delle costruzioni non riesce a gestire in modo significativo i propri rifiuti in modo responsabile.

Senza un’adeguata comprensione dei benefici del riciclaggio e del riutilizzo dei materiali, è improbabile che il settore delle costruzioni cambi e adatti i suoi comportamenti basati sui rifiuti. Ma, Wrap mette in evidenza come il settore delle costruzioni sta perdendo qualcosa di più del semplice vantaggio di ridurre i livelli di rifiuti, mostrando come affrontare i rifiuti dei cantieri può aiutare a:

  • Risparmiare risorse naturali
  • Tenere pienamente conforme alla legislazione
  • Ridurre le emissioni di CO2 nonché dei livelli dei rifiuti
  • Ridurre i costi di acquisto del materiale attraverso il riutilizzo di materiali invece
  • Portare in denaro attraverso la raccolta e il riciclo di materiali

Cosa fare

Quindi, come può l’industria delle costruzioni iniziare ad adattare il proprio atteggiamento verso la gestione dei rifiuti e di sfruttare i vantaggi? Il modo principale è per le aziende di comprendere la necessità di gestire meglio l’attuale produzione di rifiuti della loro azienda, nonché la pianificazione e il coinvolgimento precedenti in tutta la catena di approvvigionamento. È importante considerare la gestione dei rifiuti come un processo continuo, piuttosto che un semplice risultato; questo cambiamento di prospettiva può aiutare a ridurre al minimo la quantità di rifiuti generati.

Un approccio basato sulle migliori pratiche per le imprese che desiderano modificare la propria visione e la gestione dei rifiuti comporta la minimizzazione. Attraverso un uso efficiente dei materiali e limitando i rifiuti generati, le aziende possono aiutare nella gestione dei rifiuti prima che gli appaltatori dei rifiuti siano coinvolti nel processo. Una riduzione di base di tale approccio include:

  • Pre-design-Delinea gli obiettivi che la tua azienda desidera raggiungere come parte del suo processo di gestione dei rifiuti aggiornato.
  • Progettazione e approvvigionamento-Rivedere il processo attuale ed evidenziare eventuali opportunità mancate o aree di miglioramento. Elaborare un piano di gestione dei rifiuti sito (SWMP) al fine di tenere traccia dei rifiuti, oltre a notare le opportunità per ridurre al minimo i rifiuti.
  • Pre-costruzione-Utilizzare KPI ed efficiente set-up del sito per garantire le migliori pratiche in loco.
  • Costruzione-Il monitoraggio continuo e il feedback sono vitali in questa fase.
  • Processo di revisione post-costruzione e qualsiasi feedback da parte del personale in loco.

Creare un SWMP dettagliato è innegabilmente la migliore pratica e può aiutare a ridurre i rifiuti in loco fino al 15%, il che si traduce in un 43% in meno di rifiuti diretti in discarica. Potrebbe sembrare un ulteriore, grande compito da svolgere, ma contribuirà a semplificare il progetto a lungo termine. Inoltre, puoi parlare con un fornitore di gestione dei rifiuti, come Reconomy, per quanto riguarda la creazione di un piano di gestione dei rifiuti del sito; saranno in grado di consigliarti sui modi migliori per separare il materiale di scarto, che ti salta necessario e come smaltire in modo sicuro qualsiasi materiale pericoloso.

A livello di base, le imprese di costruzione possono anche esaminare i loro processi di ordinazione, per assicurarsi che non stiano ordinando eccessivamente su qualsiasi materiale: guardare indietro a progetti precedenti simili e valutare i rifiuti finali può essere un modo efficace per prevedere la necessità di materiale. Inoltre, una revisione delle strutture di stoccaggio può garantire che i materiali durino il più a lungo possibile; il tuo sito di stoccaggio è impermeabile e sicuro?

Dei rifiuti in costruzione che viene generato, cercare di vedere se i tagli possono essere utilizzati al posto di ordinare più materiali. In alternativa, esplorare la possibilità di vendere o donare materiali inutilizzati nel caso in cui non è possibile restituirli.

Naturalmente, se il materiale di scarto non può essere riutilizzato o riparato per il riutilizzo, il riciclaggio è meglio dello smaltimento. Se si dispone di un fornitore di gestione dei rifiuti in outsourcing, saranno in grado di aiutare a consigliare su questo. Il riciclaggio è ovviamente l’opzione migliore per l’ambiente, ma può anche risparmiare denaro sulla tassa di discarica!

Up-and-coming waste innovation for construction

Mentre ci sono molte strade a disposizione del settore delle costruzioni per ridurre e affrontare i rifiuti, anche il futuro sembra luminoso.

Il Forum economico Mondiale ha riferito di un potenziale nuovo materiale da costruzione che aiuterebbe un’altra fonte di rifiuti utilizzandola come materia prima: l’uso di sostanze alimentari. In effetti, la fonte riporta che alcune aziende hanno già iniziato a sfruttare questa risorsa; l’uso di funghi per la creazione di mattoni in una costruzione di torri, materiali da costruzione fatti di pannocchie di mais, grano e persino piante di banane. Ananas come sostituto della pelle, tessuti di scorze di agrumi-se queste idee prendono piede, la questione dei rifiuti da costruzione potrebbe essere combattuta di pari passo con i rifiuti di altri settori.

La riduzione dei rifiuti è di fondamentale importanza per tutti i settori, e l’industria delle costruzioni è una figura chiave nel totale dei rifiuti del Regno Unito. In quanto tale, è responsabilità del settore fare il più possibile per ridurre, riutilizzare e riciclare i suoi materiali laddove possibile.

Fonti:

Possiamo affrontare il problema dei rifiuti di costruzione?

Ridurre i rifiuti di costruzione

Come può un buon design ridurre al minimo gli sprechi nel settore delle costruzioni?

In futuro le città potrebbero essere costruite con i rifiuti alimentari

Cinque modi in cui le aziende del settore delle costruzioni si stanno concentrando sulla sostenibilità nel 2016

Ripulire il settore delle costruzioni

L’ultimo toolkit di gestione dei rifiuti per il responsabile delle costruzioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.